Sicilian Vintage Posters

By giovedì, marzo 07, 2013 , , , ,


L'origine del turismo si collega ai cosiddetti "Grand Tour" effettuati dai ricchi giovani della nobiltà europea a partire dal XVII secolo. Il Grand Tour era un lungo viaggio nell'Europa continentale durante il quale i giovani imparavano a conoscere la politica, la cultura, l'arte e le antichità dei paesi europei. L'Italia con i suoi monumenti e il suo immenso patrimonio storico artistico culturale divenne la meta più popolare da visitare.

Questa pratica rimase in uso almeno fino al XIX secolo e tra i più illustri viaggiatori di questo periodo ricordiamo Stendhal e Goethe. I Grand Tour costituivano un fenomeno d'èlite mentre invece ciò che oggi si intende per turismo, ovvero una pratica di massa, ha una data di origine certa ed un inventore ben determinato: il 5 luglio 1841. Thomas Cook, sfruttando le nuove possibilità offerte dal treno, organizzò un viaggio di 11 miglia da Leicester a Loughborough. Ben 570 persone vi parteciparono e il successo fu tale da spingere lo stesso Cook ad organizzare pacchetti turistici sempre più articolati, dando inizio all'industria turistica modernamente intesa.

I viaggiatori dei Grand Tour possedevano alle spalle una preparazione classica e storica che li orientava anche nei loro itinerari, particolarità questa che si perderà con l’avvento del turismo di massa, oggi si cerca di recuperare attraverso la promozione di un turismo definito Culturale. Esso è «il movimento di turisti, interamente o parzialmente motivati da un interesse per la storia, l'arte, la scienza o le tradizioni e gli stili di vita di un popolo o di una regione» (definizione Organizzazione Mondiale del Turismo).

Na sta Sicilia presenta ai suoi lettori appassionati una galleria fotografica di cartelloni pubblicitari risalenti alla prima metà del secolo scorso che promuovevano la nostra Isola attraverso dipinti raffiguranti località note per le proprie peculiarità monumentali, ambientali e culturali.




















You Might Also Like

3 commenti